Alimenti e bevande senza additivi: allo studio nuove linee guida UNI-ACU

Le linee guida definiranno i requisiti affinché tali prodotti abbiano il minor impatto ambientale possibile

L’Ente nazionale italiano di unificazione (UNI) in collaborazione con ACU (Associazione Consumatori Utenti), ha approvato l’avvio dei lavori di un nuovo progetto di prassi di riferimento per la predisposizione di nuove linee guida che definiscano i requisiti per prodotti alimentari e bevande privi di additivi.

UNI fornirà anche le indicazioni affinché tali prodotti abbiano il minor impatto ambientale possibile, incluse le indicazioni sull’utilizzo degli imballaggi destinati al loro condizionamento.

Le prassi di riferimento sono documenti che introducono prescrizioni tecniche o modelli applicativi settoriali di norme tecniche, elaborati sulla base di un rapido (al massimo 9 mesi dall’approvazione della richiesta) processo di condivisione ristretta ai soli autori, verificata l’assenza di norme o progetti di norma allo studio sullo stesso argomento.

Costituiscono una tipologia di documento para-normativo nazionale, che va nella direzione auspicata di trasferimento dell’innovazione e di preparazione dei contesti di sviluppo per le future attività di normazione, fornendo una risposta tempestiva ai mercati in cambiamento.

I lavori saranno avviati l’11 maggio a Milano tramite la riunione insediativa del Tavolo “Prodotti alimentari e bevande senza additivi”, costituito da esperti ACU e del sistema UNI. Per informazioni è possibile scrivere all’indirizzo sviluppo.progetti@uni.com.