“Nuovi cibi e nuovi consumatori”: Confconsumatori a Cibus

Resoconto del convegno sui nuovi stili di consumo e la domanda crescente di alimenti sostenibili

Si è parlato anche di novel food al convegno “Nuovi cibi & nuovi consumatori”, che si è svolto il 13 maggio a Parma nell’ambito di Cibus, il Salone internazionale dell’alimentazione. “Un tema solo apparentemente di carattere commerciale, ma che, invece, è strettamente collegato con la modificazione ambientale, economica e sociale che noi e il nostro pianeta stiamo vivendo”, ha detto Mara Colla, presidente di Confconsumatori, che ha organizzato l’incontro, patrocinato dai ministeri della Salute e dello Sviluppo economico, da Efsa (Autorità europea per la sicurezza alimentare), dalla Regione Emilia Romagna e dall’Università e dal Comune di Parma.

Il convegno, attraverso il contributo di figure di spicco del mondo scientifico e istituzionale, si proponeva non solo di rispondere alle curiosità dei cittadini, ma anche di stimolare il dibattito sull’evoluzione degli stili di consumo e sulla crescente domanda di alimenti sostenibili, funzionali, sani e di qualità (a prezzi accessibili), domanda che potrebbe trasformarsi in emergenza nei prossimi 30 anni.

Sono stati chiariti gli aspetti normativi e le categorie in cui sono classificati i novel food nel Regolamento (UE) 2015/2283, entrato in vigore il 1 gennaio 2018. Si è parlato dei cibi a base di insetti e degli interessi economici che ruotano intorno al loro uso come alimenti e, soprattutto, come mangimi per animali. E’ stata presentata la carne sintetica (cultured beef) ideata dal professor Mark Post dell’Università di Maastricht, prodotta da cellule staminali muscolari dei bovini “risparmiando il 90% di consumo di terreno, il 90% di acqua e circa il 60% di energia”.

Sono stati diffusi i risultati di una ricerca dell’Osservatorio sui consumi delle famiglie che mostra come la crisi economica abbia modificato sensibilmente le abitudini degli italiani. Infine si è parlato di sicurezza alimentare, con un focus sugli obblighi informativi previsti dal Regolamento (CE) 1924/2006 sui claims nutrizionali e sulla salute.

Si può leggere l’intero report del convegno sul sito di Confconsumatori.

ULTIME NEWS