Peoplefly: l’AgCm contro la vendita di biglietti per voli inesistenti

Peoplefly: l’AgCm contro la vendita di biglietti per voli inesistenti

L’Antitrust ha disposto un provvedimento di sospensione cautelare nei confronti dell’operatore.

A fine giugno è scoppiato il caso, grazie alle segnalazione di passeggeri che avevano acquistato voli risultati inesistenti. Aerei fantasma, per cui si erano mosse l’Enac (l’Ente nazionale per l’aviazione civile) e quindi l’AgCm (l’Autorità garante della concorrenza e del mercato), che in attesa della definizione di un procedimento di accertamento della pratica commerciale scorretta, ha ora disposto nei confronti di Peoplefly la sospensione cautelare delle condotte consistenti nella pubblicizzazione e vendita, attraverso il sito www.peoplefly.it ,di biglietti per voli charter, in particolare sulle tratte Bologna-Trapani e Cuneo-Trapani.

Il provvedimento cautelare è motivato dall’assenza dei “necessari accordi commerciali con i gestori aeroportuali e il vettore operativo indicato dal professionista” (Peoplefly, ndr), nonché dagli “ostacoli frapposti all’esercizio di diritti contrattuali dei consumatori, quali le richieste volte ad ottenere il rimborso del prezzo pagato”.

Peoplefly, si legge in una nota dell’Agcm, non ha dato riscontro “alla richiesta, formulata nella comunicazione di avvio del procedimento istruttorio del 4 luglio 2018, di fornire elementi difensivi sulla fattispecie contestata, anche in relazione alla possibile sospensione cautelare delle condotte poste in essere”.

Peoplefly dovrà eseguire quanto disposto nel provvedimento di sospensione entro il 27 luglio, comunicando all’Autorità entro 10 giorni dalla stessa data una relazione dettagliata nella quale vengano illustrate le misure adottate in esecuzione del medesimo provvedimento di sospensione.

ULTIME NEWS