Seta: sicurezza dei viaggiatori dimenticata, intervenga la magistratura

“Non è accettabile che Seta continui ad ignorare gli episodi relativi ai roghi degli autobus avvenuti negli ultimi mesi, mettendo a repentaglio la sicurezza dei cittadini e degli studenti che quotidianamente usano i mezzi pubblici. Arrivati a questo punto, vista la reiterata inefficienza e considerata la mancata risposta alla nostra richiesta di chiarimenti inviata in data 30/04/2018 abbiamo inoltrato alla Procura della Repubblica di Modena un esposto atto a verificare se ci sono stati comportamenti penalmente rilevanti rispetto alla gestione aziendale. Esporre i cittadini ad un rischio rispetto alle più banali norme di garanzia di poter usufruire di un servizio pubblico che abbia un adeguato standard almeno di sicurezza e senza voler entrare nella qualità, da cui siamo lontani mille miglia, è inaccettabile e lesivo degli interessi della collettività. Auspico che gli enti pubblici di Modena proprietari di Seta per oltre il 25 %, vogliano intervenire al fine di poter ristabilire almeno gli standard minimi di sicurezza previsti dalle normative vigenti atti a tranquillizzare le famiglie che quotidianamente affidano i propri figli, per il trasporto scolastico, a Seta spa. Sono state infatti centinaia le segnalazioni pervenute alla nostra associazione da cittadini e genitori terrorizzati dai continui episodi di incendi dei mezzi pubblici. Quotidianamente sentiamo proclami di investimenti e di rinnovo del parco veicolare ma quello che vediamo va proprio nella direzione opposta, lascia sconcertati il colpevole silenzio della società che avrebbe il dovere di rispondere alle istanze dei cittadini quando in ballo c’è la sicurezza. L’auspicio è che l’esposto faccia luce su quanto accaduto e che con l’intervento della magistratura si obblighi l’azienda ad adottare gli standard minimi di sicurezza. In un Paese che si vuole definire civile non si dovrebbe ricorrere alla magistratura per vedere garantiti i diritti essenziale dei cittadini, ma così purtroppo è!”.

Queste sono le dure parole del presidente regionale e vice presidente nazionale dell’Udicon Vincenzo Paldino a fronte della drammatica situazione dei roghi accorsi agli autobus di Seta da gennaio 2018 ad oggi ( 26/02/2018 -17/04/2018-26/04/2018-17/05/2018). L’associazione non mollerà su questa situazione che intende portare fino in fondo, nell’esclusivo interesse dei cittadini.

ULTIME NEWS