Turismo, nuovo collegamento Bologna-Cina

Turismo, nuovo collegamento Bologna-Cina

Atterrati i primi 240 passeggeri da Shenyang, capoluogo cinese della provincia del Lianoning: in arrivo nuove rotte

Dopo oltre 10 ore di volo, sono arrivati alle 8 di mattina del 16 luglio i primi 240 passeggeri del nuovo collegamento diretto tra Shenyang, capoluogo cinese della provincia del Lianoning, e Bologna. Ad attenderli all’aeroporto Marconi, il presidente dell’aeroporto Enrico Postacchini con il direttore Business Aviation e Comunicazione Antonello Bonolis, il sindaco di Bologna Virginio Merola, l’assessore regionale ai Trasporti Raffaele Donini, il direttore commerciale di Bologna Welcome Stefano d’Aquino, il direttore commerciale di Blue Panorama Airlines Remo Della Porta e il Coo di Welcome Chinese Angelo Morano. Un parterre di autorità per quella che è la prima iniziativa del “Programma Cina” concordato dall’aeroporto di Bologna con la compagnia aerea Blue Panorama Airlines e il tour operator cinese Phoenix Travel Worldwide, in collaborazione con Welcome Chinese.

Ai passeggeri sono stati donati un gadget e un libretto intitolato “Promenade a Bologna” in lingua mandarina. Le nuove rotte, operate dalla compagnia italiana Blue Panorama Airlines con aeromobili Boeing 767-300 ER da 267 posti di cui 8 business, sono gestite come charter da Phoenix Travel Worldwide, che per i turisti cinesi mette in vendita pacchetti tra l’Italia e l’Europa, con partenza e arrivo a Bologna.

Prossimo obiettivo dell’aeroporto Marconi sarà quello di attivare voli di linea sulle nuove rotte cinesi, in modo da offrire un servizio non solo in incoming per i cinesi che vengono a visitare Bologna e l’Italia, ma anche outgoing per gli italiani che intendono recarsi in Cina per lavoro o turismo. Per fare ciò, è però necessario che i governi italiano e cinese riaprano gli accordi bilaterali in favore di un inserimento di Bologna tra le città autorizzate a ricevere nuovi voli di linea dalla Cina.

I 240 passeggeri del primo volo diretto sono in questi giorni impegnati in un tour di due settimane in cui Bologna rappresenta la prima e l’ultima tappa prima di ripartire per la Cina: il gruppo di turisti ha visitato in queste ore la città della Due torri con un tour guidato alla scoperta delle eccellenze del centro storico. Al ritorno dalle due settimane in Europa, il gruppo visiterà FICO – Eataly World e pernotterà a Bologna prima di ripartire per l’Oriente.

Il “Programma Cina” proseguirà con l’avvio del collegamento diretto con la città di Taiyuan (capoluogo dello Shanxi), previsto per il prossimo 22 luglio. L’obiettivo è posizionare Bologna come porta per visitare il continente europeo e strutturare al contempo l’offerta turistica bolognese dedicata a un pubblico cinese che, grazie ai voli diretti, comincerà a visitare la città con sempre maggiore frequenza.

La Cina è oggi il mercato turistico più grande del mondo in termini di spesa e il secondo più grande in termini di organizzazione di viaggi. Nel 2017, i visitatori provenienti dalla Cina nell’area metropolitana di Bologna sono aumentati del 27%, con una crescita del 16,2% considerando i primi cinque mesi del 2018.

“L’Emilia-Romagna – è il commento del presidente della Regione Stefano Bonaccini – apre la sua porta d’ingresso principale alla Cina, già ora fra le principali fonti di turismo al mondo oltre che Paese al quale le nostre imprese guardano sempre di più, forti di prodotti innovativi e di grande qualità. Ero a Pechino lo scorso novembre quando venne firmato l’accordo con l’Aeroporto Marconi per l’avvio dei voli verso la nostra regione e adesso si apre davvero una opportunità da cogliere a pieno: abbiamo tutte le carte in regola per farlo”.

ULTIME NEWS